Raccolta beni di prima necessità per il Ghana con il progetto UNITED for Africa
I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico
— L. Ron Hubbard 21 settembre 2007

Continua la raccolta beni di prima necessità per i primi villaggi visitati in Ghana dalla delegazione italiana capeggiata dall’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza ONLUS, un rappresentate del Dipartimento dei Diritti Umani della Chiesa di Scientology ed il presidente dell’Associazione ghanese in Italia United Ghanaian Association. La loro visita in Ghana è stata motivata dal progetto denominato UNITED For Africa con il motto: “I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico.”
l’emblematica citazione dell’umanitario L. Ron Hubbard adottata per trasmettere il messaggio di questo progetto.
Dalla serie di incontri avvenuti, attraverso diverse città e villaggi, è emersa la necessità di un aiuto immediato, nel mentre si pianifica l’aiuto più a lungo termine per strutture scolastiche e sanitarie. L’aiuto immediato richiesto, soprattutto da 5 diversi villaggi è in termini di abiti e calzature, soprattutto per bambini in età scolare, per cui di taglie che vanno dai 5 ai 13 anni d’età. United for Africa Per tale necessità sono stati istituiti i seguenti punti di raccolta:

  • Milano – presso la sede della Chiesa di Scientology in Via Lepontina 4
  • Como – Missione della Chiesa di Scientology in Via Torriani
  • Bergamo – Missione della Chiesa di Scientology in Via Roma 85 a Gorle
  • Modena – Missione della Chiesa di Scientology in Via Giardini 468/C
  • Monza – Sede Operativa dell’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza ONLUS in Via Cavallotti 17
  • Genova – Missione della Chiesa di Scientology in via Fiumara 6
  • Pisa – Camping Saint Michael Via della Bigattiera, 24 Tirrenia